Massimo Abbate ospite K7 Golden Edition

MASSIMO ABBATE

Non oscurare mai la vita di un artista
se non riesci ad illuminare la tua.
Lui … è la tua …ultima speranza. M. A.

E’ il figlio di uno dei più grandi interpreti
della canzone napoletana Mario Abbate,
prematuramente scomparso nell’agosto del 1981.

Massimo, è nato a Napoli il 6 novembre del 1959.
Artisticamente poliedrico
(è regista, attore, cantante, musicista, autore),
ha iniziato la sua attività artistica
a soli nove anni in teatro nella compagnia del padre.
Si è diplomato in pianoforte nel prestigioso
Conservatorio S. Pietro a Maiella – Napoli.

SCUOLA:
Ha preso parte al gruppo
dei giovani talenti di Roberto Murolo,
specializzandosi in testi e composizione
risultando il migliore allievo.
Questa collaborazione con il maestro,
ha contribuito notevolmente
ad acuire le sue innate doti musicali.

INTERPRETE, AUTORE E MUSICISTA:
Insieme al maestro
ha scritto canzoni di successo quali:
“Stavota senza e te”,
“Me staie lassanno”
e “Nu suonno”,
ultimo inedito
inciso recentemente da Fausto Cigliano.

Ha composto e scritto canzoni
interpretate da

Peppino Di Capri
Il tango di Adelina,
Carillon,

Franco Califano
Sulle scale di San Martino,
Canzona và,

e Fred Buongusto
Nu sfizio.

In qualità di interprete e produttore,
ha effettuato nel 1983/84/85,
diversi concerti dedicati
alla canzone napoletana classica
in America del Nord (New York, Toronto, Montreal)
spettacoli tutt’ora in circolazione
in giro per il mondo.

Dal 2004 il suo cavallo di battaglia
è Vi racconto Napoli.

DISCOGRAFIA:
Nel 1979 ha partecipato al Festival di San Remo
(prodotto dalla R.C.A),
sotto l’egida produzione di Claudio Mattone
con la canzone Napule Cagnarrà.

Ha inciso due album Otto note con 8 brani inediti
e Salotto napoletano canzoni classiche napoletane
risalenti al Periodo d’oro tratti dal suo spettacolo
“Vi racconto Napoli”.

TEATRO:
Ha recitato in Teatro
in un repertorio comprendente tra l’altro
opere di Viviani (Pescatori, Zingari e Osteria di Campagna)
di Gennaro Pistilli (L’Arbitro, protagonista)
con la regia di Mariano Rigillo;
di Eduardo (Filumena Marturano con Valeria Moriconi)
per la regia di Egisto Marcucci.

Ha recitato per anni al Teatro Manzoni di Roma
al fianco di Carlo Alighiero ed Elena Cotta
in spettacoli quali:
“Il Contratto” di Benfield,
“Senti chi Parla” di Weber.

Ha composto le musiche
per “Il Giardino degli Aranci” di Simon
e “Una Storia D’Amore” di Achard,
tutti per la regia dello stesso Alighiero.

Tra i protagonisti, con Caterina Costantini
ne “Il Cilindro” di Eduardo De Filippo
con R. Bianchi, A. Casagrande
per la regia di Luca De Fusco
e nella “Bisbetica Domata”
al fianco della stessa Costantini e di Lando Buzzanca
per la regia di Silvio Giordani.

Ha preso parte alla commedia teatrale
“Miseria e Nobiltà”
con e per la regia di Carlo Giuffrè
interpretando il ruolo
del marchese Ottavio Favetti, detto Bebè.

In queste due ultime stagioni
si è esibito al teatro Manzoni di Roma
recitando in ruoli di rilievo
nella compagnia diretta da Carlo Alighiero
con spettacoli di Camoletti
“Sesso e gelosia” nel ruolo di Wolf
protagonista con Denny Mendez e Patrizia Pellegrino
e di De Benedetti “Non ti conosco più”
nel ruolo di Francesco
con Fabrizio Frizzi e Edy Angelillo.

CINEMA:
Nel cinema ha preso parte ai Film:
“Le Vie del Signore sono finite”
per la regia di Massimo Troisi,
“‘O Rrè” regia di Luigi Magni,
“Il Sole anche di Notte” dei fratelli Taviani,
“Le cinque Rose di Jennifer” (protagonista)
per la regia di Tommaso Sherman.

TELEVISIONE:
Ha svolto inoltre attività televisiva,
diretto da registi mitici come Anton Giulio Magliano
(La Verità della Priora)
Piero Schivazappa
(La Medea di Porta medina con Cristian De Sica)
e Luigi Magni ne “Il Generale”
interpretando il ruolo di Francesco II di Borbone (protagonista)

Ha anche partecipato al film
“L’Amara Scienza” (protagonista) di Luigi Compagnone
per la regia di Nicola De Rinaldo
vincendo ex equo con Remo Girone
il I° Premio
alla XLII Mostra Internazionale del Cinema di Venezia
(migliore interprete).

RADIO:
Ha preso parte a trasmissioni radiofoniche
interpretando il ruolo di Massimo (protagonista)
nella lettura integrale di “Ferito a Morte”
di Raffaele La Capria.

MUSICAL:
E’ stato il protagonista di tre musical di successo
“Forza Venite Gente” di Castellacci
nel ruolo di S. Francesco insieme a Silvio Spaccesi.
Ancora protagonista nell'”Ereditiera”
di Annibale Ruccello regia di E. M. La Manna
con Tosca D’Aquino e Cloris Brosca
e “Napolitudine” per la regia di Enzo Avolio.

E’ stato uno dei fautori del musical
“C’era una volta… Scugnizzi”
scritto da Claudio Mattone e Enrico Vaime
con Sal Da Vinci le musiche dello stesso Mattone,
le coreografie di Gino Landi, regia di Bruno Garofalo.

CARICHE:
Presidente dell’Associazione Nazionale Italiana Artisti,
ha ricoperto cariche importanti
in qualità di ambasciatore e di direttore artistico
nell’ edizione del 2003/4/5 del Premio Eduardo
istituito dal comune di Velletri.
Dal 2011 per incarico diretto è Art Director
degli eventi del teatro Politeama di Napoli.

REGIE:
Dal 2004 ha diretto “Vi racconto Napoli”
spettacolo dedicato alla canzone napoletana classica
di cui, è degno erede artistico.
Recentemente ha curato la regia di “Aria di Napoli”
musical per la riapertura del teatro Trianon
e di “Interpreti del sole” megaconcerto dedicato
ai grandi interpreti del passato
che hanno dato lustro alla Cultura partenopea.

I sei Casali un mega evento che lo ha visto
portare in scena sei commedie diversificate
in soli due mesi di prove per l POR Campania
“Tra Storia Cultura e Tradizioni.

Due drammi musicali:
“Io vivo dove c’è il mare”
dedicato ad Antonio Sorrentino
e “Terra mia” su come i giovani
si arruolano alla camorra e perché…
entrambi rappresentati con successo al teatro Totò.

Organizzatore e Direzione Artistica di eventi:
Ha organizzato e diretto per conto dell’ANIA
spettacoli ed eventi sportivi:
Maradona contro Troisi stadio S.Paolo, Napoli;
Megaconcerto “Insieme per la vita” Rai Due
con Gianni Minà, Roberto Murolo, Lina Sastri,
Enzo Iannaci, Eduardo Bennato, e tanti altri…

Dal 2015 è il direttore artistico
del Festival di Napoli del quale possiede il marchio.
Manifestazione che viene rappresentata puntualmente
con scadenza annuale al Politeama di Napoli.

Nell’edizione 2017 il Presidente della Giuria è stato Mogol.
Nell’ edizione del 2018 per la prima volta
nella storia di un festival
protagonista l’Orchestra Sinfonica
composta da 45 elementi del Conservatorio
S. Pietro a Maiella di Napoli,
diretta dal maestro Leonardo Quadrini.

A cura dell’ANIA
Associazione Nazionale Italiana Artisti

(Visited 74 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Precedente Ruggero Marino ospite K7 Golden Edition Successivo TVE 7vaTV E-Motion21 w21 p03a